Nessi

Pubblicato il 30 Gennaio 2016 su Il Giorno

Condividi


        Nuovo appuntamento di “Sondrio Teatro con un mattatore d’eccezione, un vero animale da palcoscenico come Alessandro Bergonzoni che ha regalato al pubblico del Teatro Sociale fiumi, oceani di parole concatenate, spesso in modo surreale, quasi psicoanalitico, alla ricerca di un nesso talvolta solo temporale e temporaneo, precario, spesso soggetto solo ad allitterazioni ricercate e cercate fino al parossismo. Una sorta di rapper che insegue una rima baciata o soltanto sfiorata, per avviare brandelli sconnessi di discorsi talvolta strampalati, talvolta di coriaceo spessore nel baluginio di un’illuminazione improvvisa che, coperta dal velo dell’ilarità, saggia le menti con saggia e irriverente prudenza. Un vero funambolo della parola, Bergonzoni, che si aggira sul palcoscenico in una pseudo nursery, tra incubatoi di pensiero, colto e raccolto da un raptus improvviso di loquacità inarrestabile. “Nessi” il titolo della sua pièce che ha esplorato universi sconfinati, come la vita e la morte, per uomini pensanti e “malpensanti”, scompaginando a dovere stereotipi della vita quotidiana e dell’illusione malsana delle immagini televisive. In scena è uno e trino, come il padre da deporre in una bara di quesiti irrisolti, il figlio che tenta di riscattarsi da una progenie infausta e infelice, e le spirito…saggini che sputano sentenze invereconde, ma sacrosante, come possono esserle le riflessioni sul primo fare dell’alba, quando si è appena dissipato l’ultimo scampolo di sogno confuso con la realtà. Il pubblico del “Sociale” ha apprezzato divertendosi. Un lungo monologo, bislacco, svanito, attaccaticcio, ma sorprendentemente ed egualmente profondo, satirico, graffiante, quello dell’artista bolognese, che ha condotto il folto uditorio fuori da claustrofobici labirinti mentali per farne un delirante divertimento, e spunto, talvolta, per amare riflessioni.  E tutto è pronto per l’attesa operetta “My fair Lady” dopo la gustosa anteprima di Stefano Pelosi, esperto di opere e balletto, alla Caffetteria Liberty di Sondrio. In scena il 26 gennaio un musical di grande eleganza con un’eterna Cenerentola come l’affascinate fioraia Eliza.


Si ringrazia per la gentile concessione Nello Colombo

l m m g v s d
29 30 31 1 2
3
4
5 6 7
8
9
10
11
12 13 14 15
16
17
18
19 20 21 22 23
24
25
26
27
28 1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter, potrai scegliere di ricevere informazioni solo sugli eventi che ti interessano.

Altri appuntamenti

Ultime novità

28 Febbraio 2018
LABORATORI CREATIVI
31 Gennaio 2018
Sbrighes!
16 Gennaio 2018
CONOSCIAMO LA NOSTRA STORIA ATTRAVERSO I GIORNALI D’EPOCA.Un progetto di digitalizzazione dei nostri giornali.
13 Dicembre 2017
International Mountain Dau
24 Ottobre 2017
BIBLIOTECA RAJNA E ALPI IN SCENA INSIEME CON UN’OFFERTA FORMATIVA DEDICATA A TUTTI.